IL Blog di Gloria...

     Pasqua 2012 ad Ayamé

 

                            Rieccomi alla Pouponnière

      E’ la mia terza volta ad Ayamé. Sensazioni sempre diverse mi accompagnano (sono con Franco, Carlo e Gaia). La situazione qui non è proprio rosea: c’è stato un tentativo di rapina a Casa Pavia e il guardiano ha pagato con la vita la sua resistenza. Un vero eroe. Lo sarà anche

per il bambino che presto nascerà, l’ultimo di cinque figli, e che non conoscerà mai suo padre.

A novembre sono previste le elezioni del prossimo sindaco di Ayamè: si spera più incline al miglioramento della vita della gente che a pratiche poco limpide. D’altronde tutto il mondo è paese.

 

con Whoopi Goldberg. E che bei vestiti! E’ buffo Cristo è risorto” con   relative  immagini;   una  sull'ampia schiena. A parte questi dettagli, tutti certo pur chiassoso rigore (che a pensarci bene di mano. Gran bella esperienza.

      E’ la prima volta che mi accompagna Gaia, mia figlia sedicenne, che passa parte del suo tempo qui in Pouponnière a nutrire, cambiare, lavare e coccolare i 55 bimbi che ora la abitano. Il suo preferito si chiama Manuel, pochi mesi e tanti sorrisi, occhi allungati e nasino scolpito.

     Ora hanno anche un pulmino che accompagna i più grandicelli (i treenni, per intenderci) alla scuola materna. Il traguardo successivo sarà la realizzazione di una struttura adeguata ai meno fortunati.

     Ora dal soffitto del doppio gazebo penzolano fogli con disegnini pasquali, colorati da loro. Si divertono un mondo a toccarli quando riescono a convincere un adulto a prenderli in braccio, a tirarli su: repatè! repatè!  Forse una delle prime parole che imparano.

    Poi, ho notato che si dilettano tutti in evoluzioni degne di una gara di ginnastica artistica: è sicuramente più bello vedere un bimbo piccolo fare bene una capriola che armeggiare un computer come un provetto informatico. Purtroppo è ormai possibile solo in Africa.

                                          Messa Pasquale

Alle 8.30 non manchiamo la Messa pasquale nella chiesa di Ayamé. Un rito suggestivo, pieno di allegria, di danze, di canti, di allegria, ben lontano dalla  cupezza delle nostre funzioni (ma è la stessa religione?), tanto che pare di essere sul set di Sister Act, quello

che  alcuni indossino camicie hawaiane con scritte tipo “Alleluja”,   donna, non proprio da taglia 40, esibiva addirittura una Madonna  mostrano comunque una colorata e inaspettata compostezza, un non è proprio un ossimoro). Poi ringraziamenti e sfilze di strette   

Kassikro

        Qui è davvero emozionante. Arriviamo al villaggio di Kassikro in mezzo alla boscaglia a una ventina di km da Ayamè dove la Fondazione Magni ha realizzato una scuola, prima inesisten- te, e ora già in fase di ampliamento. A dire il vero, siamo arrivati il giorno dopo quello previ- sto, perché la strada era inagibile a causa della pioggia (oddio, non che senza pioggia…).

Ad  Kassiikro non c’è neppure un dispensario medico, e questo sarà il passo successivo.

     Indimenticabile l’entusiasmo con cui venia-mo accolti, io, Franco, Emi, Gaia e Carlo: all'or-dinatissimo duplice schieramento di persone plaudenti, segue il coro dei bimbi dalla  sussie-gosa compostezza che intonano all’unisono, si fa per dire, “Bienvenu au Président de la Fondation Magni ...”

Per continuare con alcuni sketch preparati per l’occasione e concludere con danze nelle quali siamo stati inevi-tabilmente coinvolti. Ma non è tutto: hanno voluto omaggiarci di un bue (per fortuna alla fine rimasto lì) e di una capretta che invece ci ha seguito sino a Casa Pavia potenziando così il suo bizzarro zoo composto da una scimmietta che sembra un grillo, un cane un po’ in carenza di affetto, due gatti magri e pezzati e un piccolo contingente di polli, alquanto mattinieri.

 

    

 glomagni@alice.it

                 blog precedente

 

L'Agenzia

L'Ospedale

La Pouponnière

Ayamè

La Costa d'Avorio

Le Missioni

I Contatti


Realizzazioni e progetti

Autofinanziamento    I     Eventi

Chi collabora

I Documenti

Le Discussioni

Ringraziamenti

Sede Sociale e Legale : presso Fondazione Ferrata-Storti

Via Belli n. 4 - 27100 Pavia

Telefono 0382 987288  (Segreteria -Tesoriere)

Fax : 0382 984252

E-mail : info@puntoapunto.org